Thinking Young May Promote Positive Aging

Surveying almost 500 men and women, ages 55 to 74 years, about their attitudes towards aging as part of the National Survey of Midlife Development in the United States. Markus H. Schafer, from Purdue University (Indiana, USA) sought to ascertain opinions regarding one’s subjective age, comparing that number to that same person’s chronological age, in an effort to determine which parameter more greatly influenced the perceptions of mental faculties in aging. In 1995, when the researchers first asked the study subjects what age they felt most of the time, the majority identified with being 12 years younger than they actually were. Writing that: “Beyond the effects of chronological age, older age identities were associated with more pessimistic dispositions about cognitive aging,” the team found that: “Age identity shapes cognitive aging dispositions. The findings give further evidence about the far-reaching implications of age identity for successful aging.” This means the anti-aging medicine must always focus also on the psychological implications of getting old. At ISMERIAN we test and improve mental capabilities and attitudes in order to optimize the mental approach towards aging.

Markus H. Schafer, Tetyana P. Shippee. “Age Identity, Gender, and Perceptions of Decline: Does Feeling Older Lead to Pessimistic Dispositions About Cognitive Aging?” The Journals of Gerontology Series B Psychological Sciences and Social Sciences, 2010; 65b (1): 91; DOI: 10.1093/geronb/gbp046.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su